BAGNO DI GONG – LA FORZA SPIRITUALE DELLA VERGINE

Venerdì 20 settembre 2019

20.30 - 22.30

Via Castellata 10\A Bologna

20€

bagno gong febbraio2014IMG_3522

La forza spirituale della Vergine è il soggetto del bagno di gong del 20 settembre.
La Vergine ospita l’energia del pianeta Mercurio, che è quello che ci apre alla forza evolutiva e che ci dona quella prontezza che ci fa cogliere ciò che intorno a noi può aiutarci e migliorare la nostra vita.
In india il segno della Vergine è chiamato Savitri, la figlia del Sole, e rappresenta la purezza e l’interiorità di ciascun essere.
E’ un segno che dona la spinta a migliorarci e il desiderio di osservare come siamo per trovare le strategie migliori per superare le nostre difficoltà, come pure la volontà di concretizzare nella realtà pratica tutto quello che viene riconosciuto dal pensiero.
L’ombra di questo segno, quando il mentale prende il sopravvento, è senz’altro il diventare preda del dubbio, dell’incertezza, dell’autocritica che a volte può diventare distruttiva. Ecco perchè la forza spirituale della Vergine ci chiede di ricordare in questo periodo dell’anno quanto sia importante aprirci all’accettazione di ciò che siamo e alla necessità di imparare ad amare noi stessi senza condizioni, per poter avere lo stesso atteggiamento nei confronti di chi ci è accanto.
L’energia di questo segno ci spinge ad avere forti rapporti interpersonali, ci rende curiosi, ci crea il bisogno di fare molte esperienze ma l’elemento fondamentale è questa importanza del lavoro, del quotidiano, che quando è ben vissuto, aiuta a vivere e a realizzare le proprie capacità in modo efficiente e pratico, portando ordine e bellezza nello spazio che ci circonda.
L’astrologia cabalistica ci dice che il senso che la Vergine ci può aiutare a sviluppare è il “ fare”, un fare che non deve essere vissuto come preoccupazione e attenzione esclusiva al piano materiale, ma come capacità di mani-festare, cioè portare nel nostro quotidiano attraverso le mani, (simbolo dell’agire), le verità e la bellezza che la nostra coscienza coglie, trasformandole in azioni efficaci per migliorare la nostra vita e il nostro ambiente.
Il modo in cui si vive il lavoro rivela allora il livello evolutivo dell’essere, da lavoro ripetizione stanchezza oppressione, diventa lavoro che porta all’introspezione, all’autoanalisi, all’osservazione… in questa fase la forza del segno della Vergine è quella del bisogno di migliorarsi, di avvicinarsi ad un ideale, a trovare il modo sempre più trasparente e corretto di gestire le forze della propria psiche. Nella fase più evoluta, infine, il lavoro diventa un modo per aprirsi alle forze della spiritualità, sia nel fare al meglio e senza attaccamento ai risultati quello che si ritiene giusto fare, che arrivando ad “ interiorizzare” ogni lavoro in modo che ciò che si fa esternamente venga riconosciuto e sentito come riflesso di un lavoro interiore…
Il lavoro a questo punto non richiede più fatica  ma è sostenuto ed illuminato dalla gioia della realizzazione.

 Cos’è un Bagno di Gong:

Il Gong è uno strumento antico e potente, molto più di un semplice strumento a percussione.
Il suo suono, spesso sottile fino a essere quasi impercettibile,
altre volte potente e fragoroso, copre un ricchissimo spettro di toni,
modulati da una moltitudine di vibrazioni, non tutte udibili dall’orecchio umano.
Un Gong non è un tamburo: per trarre dal Gong un volume maggiore non è necessario colpirlo più forte, ma lo si batte dolcemente e ripetutamente e l’intensità del suono aumenta da sola.
Le vibrazioni del suono del Gong risuonano in ogni singola cellula del nostro corpo, stimolandola a ritrovare uno stato di armonia con il resto dell’organismo, e con la vibrazione primaria da cui tutto ha origine.
Il Gong ripristina un nuovo stato energetico, rimuove i blocchi e accelera
i processi di autoguarigione del corpo.
Durante il Bagno di Gong il corpo raggiunge uno stato di intenso rilassamento, le tensioni si allentano, il respiro si fa profondo e consapevole.
Uscendo dal bagno armonico ci si sente leggeri e rigenerati.
Gli effetti terapeutici del massaggio con il suono del Gong non riguardano però
solo il piano fisico: porta grandi benefici alla mente e allo spirito.
È efficace per la terapia di problemi legati allo stress, alla depressione, all’affaticamento mentale, alla gestione della rabbia, a sentimenti di solitudine e separazione, a paure e fobie.
Immergersi nell’ascolto del Gong è dunque un modo per prendersi cura del proprio corpo, della propria mente e della propria anima, e vivere un’esperienza intensa ed avvolgente, profonda e reale, in cui le vibrazioni sonore del gong riescono ad attraversare il corpo e a raggiungerne gli strati più profondi, allentando le tensioni, sciogliendo il respiro e riportandoci al nostro stato naturale di gioia e salute.
Per chi pratica yoga, il Gong è uno strumento eccezionale per ripulire il campo magnetico personale e aprirsi a una meditazione profonda.
La meditazione e il rilassamento ottenuti con questo strumento sono esperienze aperte a tutti, anche a chi non abbia mai praticato yoga né altre discipline spirituali e meditative: serve solo la volontà di fermarsi, rilassarsi e mettersi nella condizione di ascoltare,
aprirsi e accogliere il cambiamento.

Vi ricordiamo che è necessaria la prenotazione

Info e prenotazioni: segreteria@centroyogaom.it

Per prenotarsi basta comunicarci in quanti siete e i vostri nomi
A chi è possibile chiediamo di portarsi da casa un tappetino, e una copertina se lo desiderate.
Grazie della collaborazione

Namasté

gong
bagno gong
bagno gong febbraio2014IMG_3522
BdG_22
BdG_20
BdG_18
BdG_04

PROVATUTTO!
Trova il corso che fa per te

read next